Cremone tiramisù

Standard

Il tiramisù originale non è mai stato il mio dolce preferito, ho sempre amato di più creme e cremine senza troppo pan di spagna.
Questa è la mia ricetta di cremone tiramisù, simile a centomila altre, ma realizzata senza guardarne alcune , semplicemente affidandomi al mio desiderio di cremosità.
Gli amici onni mi hanno assicurato che il risultato è ottimo e che al loro palato non sembra diverso da un tiramisù con uova e mascarpone.

Ingredienti:

Panna vegetale vegan professionale da montare
Crema pasticcera vegan
Cioccolato fondente
Savoiardi vegan o pan di Spagna vegan
Orzo solubile
rum buono a piacere
Cacao amaro

Preparate la crema pasticcera come da ricetta qui e fatela raffreddare.
Nel frattempo montate la panna. Io uso una vegan professionale in vendita nei negozi bio che tiene bene la montatura poiché ha molti addensanti vegetali. Purtroppo non ho trovato niente di più semplice che potesse dare lo stesso risultato.
Anche i savoiardi li ho comprati vegan già pronti e devo dire che sono molto buoni, ma va bene anche un pan di spagna vegan.

Preparate l’orzo con l’acqua calda e se avete paura sia troppo amaro aggiungete anche 1 cucchiaio di zucchero mascobado. Se è di vostro gradimento e non devono mangiarlo bambini, aggiungete un goccio di buon rum.

Prendete 2/3 della panna e incorporatela alla crema pasticcera, creando una chantilly vegan.
Bagnate velocemente i vostri savoiardi nell’orzo tiepido e ricoprite in fondo di una pirofila.
Con una grattugia a maglia grossa fare una bella spolverata di riccioli di cioccolato fondente sui savoiardi e stendetevi sopra la chantilly. Ancora riccioli di cacao e se volete, fate un altro strato di savoiardi, altrimenti versatevi la panna e livellate.
Cospargete la superficie con cacao amaro attraverso un colino a maglie fitte.

A me piace con uno strato solo di savoiardi e con tanta crema e panna, per questo lo chiamo cremone!

Annunci

Soy panna

Standard

Questa è una ricetta base che vi servirà per moltissime altre ricette, tipo la mozzavella e vi farà risparmiare sull’acquisto delle mini, e care, panna di soia del supermercato. Inoltre è priva di additivi e molto, molto più buona e delicata.

Ingredienti: per un vasetto da 300 ml circa
100 ml di latte di soia (meglio se autoprodotto)

qualche goccia di succo di limone

230 ml di olio di semi di girasole

Mettete il latte di soia nel vostro mini mixer che fa la maionese oppure nel bicchiere del frullatore ad immersione, aggiungete l’olio, ed iniziate a frullare. Dopo una manciata di secondi la vostra salsa vellutata di soia sarà pronta.
La consistenza sarà più liquida della maionese, ma si addenserà un po’ tenendola in frigo dove si conserverà per almeno 8 giorni. E il sapore? Pannosissimo! Attenti a non finirvela a cucchiaiate!!!

Coccopanna veg “oreo”

Standard

La panna. Questa cara amica di infanzia morbida e bianca…
Potevamo farne a meno smettendo di mangiare proteine animali? Certamente no!
Come la sostituiamo? Comprando innanzitutto una lattina di latte di cocco in un negozio di alimentari etnici (costa circa €1,35 ed è 400ml) e mettendola in frigo per 24 ore.
Poi si apre la lattina, e si preleva con un cucchiaio la parte bianca che si è addensata, evitando l’acqua di cocco che può essere usata per fare frappè o altri tipi di dolci.
Si mette in un contenitore di acciaio, precedentemente raffreddato in frigo, e si monta con le fruste, aggiungendo 1 cucchiaino di vaniglia raw. Et voilà! Pronta! Personalmente non aggiungo zucchero perché il cocco è già dolce, ma potete aggiungere 1-2 cucchiai di zucchero a velo di canna, secondo il vostro gusto.
E adesso la potete usare per le vostre fragole, o per guarnire dolci, tipo i cuori di Kore che diventeranno degli “oreo” meravigliosi, privi di conservanti, di zucchero raffinato, di grassi insaturi, e soprattutto leggerissimi!
Ottima per noi adulti e anche per i nostri bimbi 😀

20140727-201752-73072787.jpg