Gattò di ceci 

Standard

Ingredienti

150 gr di ceci 

Erbette aromatiche

Sale integrale q.b.

Curcuma

Paprika affumicata

2 cucchiai (30 gr) olio evo

Farina di mais fioretto “Ki” q.b.

80 gr (4 fette preconfezionate) formaggio veg filante “Violife”

2 cucchiai (30 gr) di nocciole tritate

PROCEDIMENTO:

Mettete in ammollo per almeno 12 ore 150 gr di ceci secchi. Cambiate l’acqua 2-3 volte, l’ultima volta aggiungete un pezzetto di alga kombu per renderli più digeribili.

Mettete i ceci in una pentola a pressione con acqua pari a 3 volte il loro volume e da quando fischia fate bollire 20 min. Spegnete il fornello e lasciateli lì dentro a continuare la cottura da soli per almeno un pomeriggio.

Scolate i ceci, conservate l’acqua di cottura per fare meringhe o soufflé.

Frullate i ceci e metteteli a riposare in frigo per una notte.

Il giorno dopo tirateli fuori dal frigo e, come per i cordon bleu di cicerchie, dividete l’impasto in due parti.

Una parte conditela con sale alle spezie e timo, volendo potete aggiungere una spolverata di curcuma, e l’altra metà invece conditela con un po’ di sale e della paprika affumicata di cui io vado matta perché rende gustoso ogni piatto, sopratutto quelli di legumi.

A questo punto se volete un gattò molto soffice e cremoso aggiungete qualche cucchiaio di panna vegetale a entrambi gli impasti, io ho evitato, per non eccedere coi grassi.

Mettete in una teglia da fornetto 2-3 cucchiai di olio evo e adagiatevi, livellando bene, il primo impasto, quello al timo. Se lo preferite low fat, niente olio, ma foderate una teglia con carta forno bagnata e strizzata. 

Affettate del formaggio vegan filante (io uso violife) e disponetelo sull’impasto in teglia.  

Versatevi sopra l’altro impasto, quello rosa, e livellate bene. Cospargete di nocciole tritate e informate a 180 gradi finché la superficie non sarà ben dorata.

Accompagnate da una bella insalatina primaverile di radicchi. Tiepido o freddo è ugualmente buono.

P.S. È anche glutenfree!

Annunci

Biscotto della salute

Standard

Biscotti di avena vegan e gluten free (tipo gran cereale)

Questa è una ricetta del blog Creando tra i fornelli che io ho modificato rendendola vegetale e glutenfree.

Poco dolci, senza glutine, energetici grazie all’avena, croccanti e friabili come un biscotto ai cereali che si rispetti!

Ingredienti:

220 gr fiocchi di avena mignon al naturale

80 gr farina di mais

50 gr farina di riso

50 gr amido di mais

120 gr di malto

80 gr di olio di semi di girasole

100 gr di mirtilli rossi essiccati

Latte vegetale q.b.

1 cucchiaino di cremor tartaro (lievito per dolci)

la punta di un cucchiaino di vaniglia pura

Scaglie di mandorle e pepe rosa macinato

Impastare tutto insieme e poiché vi verrà un ammasso un po’ appiccicoso, formare le delle polpettine che poi schiaccerete su un foglio di carta da forno. Se avrete optato per fiocchi di avena grandi, ricordatevi di metterne metà dose e se l’impasto fosse asciutto, aggiungete un po’ di latte vegetale, ma poco, altrimenti il biscotto non vi verrà croccante.

Decorare con mandorle a scaglie e pepe rosa (se piace) e infornare a 175 gradi per 10-15 minuti, finché non diventano belli dorati.

Ottimi per la colazione e se omettete i frutti, sono adatti per creare un biscotto da essere sbriciolato per la base di molte torte al cucchiaio, tipo il mio scheese cake.😃

13/03/2016 aggiornamento:

Ho provato a suddividere là quantità dei cereali in: fiocchi di avena, grano saraceno soffiato e miglio soffiato ed ho aggiunto 40 gr di farina di miglio. Ho poi suddiviso l’impasto in due parti, in una ho messo nocciole e cioccolato fondente spezzettato, l’altra coi mirtilli come sopra.

Ho ottenuto così una bella e vara scorta settimanale! 😉

01/03/2017 aggiornamento n.2

Ho aggiunto all’impasto 4/5 datteri togliendo il malto, ho aggiunto 1 cucchiaino di spirulina, 1 di maca, 1 di proteine della zucca, 1 di semi di canapa e ho dimezzato la dose di olio. Ho ottenuto così dei super biscotti energetici da studio che mi stanno dando tutta l’energia che necessito in questo momento pre-concorso! 💚💪🏽

P.S. Sembrano i biscotti di Hulk, li ho ribattezzati così, sono perfetti anche per i vostri bambini❤

Tortino cuor di carota

Standard

Uno sformatino multicolor per accogliere l’autunno con allegria!

Dose per 2 stampi da plum cake: (x circa 15 sformatini)
Ingredienti:
1 kg e 200 di spinaci crudi (ossia circa 300 gr spinaci cotti)
6 carote
400 gr farina di ceci
Acqua q.b.
Pepe
Curcuma
Timo
Spezie Sonnentor
Noce moscata
Sale dell’Himalaya
Mezzo bicchiere di olio di semi di girasole + quello per ungere gli stampi
Farina di mais per lo stampo

Preparare una farinata con la farina di ceci e acqua, aggiungere un pizzico di sale, pepe, noce moscata, e dopo averla sbattuta bene con una frusta, farla riposare almeno 30 minuti.

Nel frattempo, passare gli spinaci cotti su un tagliere con la mezzaluna (o un coltello) e poi saltarli in padella con uno spicchio d’aglio e un po’ di olio di semi di girasole.
Metterne da parte la metà e frullare il resto con il frullatore a immersione.
Unire insieme gli spinaci frullati a quelli tagliuzzati in un contenitore e versarvi sopra metà della farinata, mescolando bene per far amalgamare il tutto. Deve essere un impasto piuttosto denso.

Tagliare le carote a dadini e passarle in padella con un filo d’olio, il timo fresco, e un pizzico di sale. Fatele stare solo 5 minuti perché poi cuoceranno ancora in forno.

Ungere gli stampi e spolverizzarli di farina di mais, meglio se quella macinata grossa.
Mettere uno strato del composto fatto con gli spinaci e adagiarvi sopra, lasciando un cm per lato, le carote saltate.
Aggiungere mezzo bicchiere d’olio alla farinata rimasta e mescolare molto bene, finché non scompare del tutto amalgamandosi alla farinata.
Versare la farinata, delicatamente, sulle carote, in modo da coprirle completamente.
Cuocere a 180 gradi per 20 min (se avete usato ì pirottini in alluminio come il mio, ne bastano 10). Sono pronti quando la superficie è leggermente dorata.
Servire accompagnati da mayovegan o soy panna.

È un tortino di verdure che possiede anche le proteine dei ceci, ed è molto gustoso. Il suo ripieno a sorpresa piace anche ai bambini! 🙂

Varianti: se utilizzate 3 cucchiai di panna di soia al posto dell’olio da aggiungere alla farinata per comporre il terzo strato, avrete un tortino più morbido, ma anche un po’ più grasso 🙂
Piuttosto vorrò provare ad aggiungerci 2 cucchiai di gel di semi di lino, home made naturalmente, la cui ricetta la trovate qui.
A voi la scelta!

Plumcake verdolino

Standard

Ancora una ricetta su richiesta e dedicata alla mia magica amica Gaia, la quale ha visto la foto del mio esperimento ed è venuta qui nel blog a cercare il “plumcake verdolino”. Per rimediare alla sua delusione nel non averlo trovato, provvedo subito e lo battezzo con il nome che lei ha dato 🙂

Dose per 1 plumcake
Ingredienti:

200 gr spinaci cotti
150 gr farina di ceci
Acqua q.b.
200 ml di besciamella di soia, vegamella
Pepe
Curcuma
Timo
Spezie Sonnentor
Noce moscata
Sale dell’Himalaya
olio di semi di girasole per ungere lo stampo
Farina di mais per lo stampo

Preparare una farinata con la farina di ceci e acqua in quantità tale da ottenere una consistenza cremosa, abbastanza densa. Aggiungere un pizzico di sale, una macinata di pepe, una grattugiata di noce moscata e dopo averla sbattuta bene con una frusta, farla riposare almeno 30 minuti, più sta e più diventa buona.

Nel frattempo, passare gli spinaci cotti su un tagliere con la mezzaluna (o un coltello) e poi saltarli in padella con uno spicchio d’aglio e un po’ di olio di semi di girasole.
Metterne da parte la metà e frullare il resto con il frullatore a immersione.
Mescolate insieme gli spinaci frullati con quelli tagliuzzati, e aggiungete la vegamella. Dovrete ottenere un impasto cremoso ma denso, non deve risultare liquido. Se vi piace, potete aggiungere un altro po’ di noce moscata.
Unire adesso la farinata all’impasto ottenuto, mescolando bene per far amalgamare il tutto.
Ungere lo stampo e spolverizzarlo di farina di mais, meglio se quella macinata grossa.
Infornate a 180 gradi per 20 minuti.

Potete servirlo insieme alla mayovegan, ma è delizioso anche nature.
Buon Appetito!!!