Grazie a Mopur

Standard

Oggi pensavo.. Ma perché invece del cotechino quest’anno non ci mangiamo un bell’arrosto di mopur? Vegetale, saporito e cruelty free! Guardate la foto, non avete già l’acquolina in bocca?

Mopur è il nome sanscrito del dio che presiede alla germogliazione del grano, nome che è stato utilizzato per un impasto di farina di legumi e grano, conosciuto anche come “carne vegetale”.

La descrizione più esaustiva che ho trovato è questa qui

Sappiate che il mopur deriva dall’unione di farina di glutine con una farina di legumi e aromi vari, il tutto sottoposto a lievitazione con lievito madre naturale. Durante il processo di lavorazione del Mopur le proteine vengono scomposte in singoli aminoacidi liberi, portando il glutine – principale componente dell’impasto – a livelli molto bassi e garantendone una facile digeribilità e un alto apporto proteico ed energetico.

Per autoprodurlo, io utilizzo la ricetta di Aldo Bongiovanni del sito Tibiona che ho trovato semplice, veloce, e di ottima riuscita.
Eccola qui fedelmente riportata:

Ingredienti

40g di glutine di frumento
160g di farina di lupino (io uso quella di lenticchie, facilmente reperibile)
100g di lievito madre liquido (li.co.li)
210ml di acqua tiepida
5g di sale marino grezzo
Spezie q.b.
Estratto di pomodoro in crema q.b.

In una boule miscelare molto bene la farina di lupino, il glutine in polvere, l’estratto di pomodoro, il sale e le spezie.
Aggiungere il lievito madre liquido, l’acqua e impastare con molta cura
fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo. Coprire e porre a lievitare per min. 12 ore (max 48).
Dopo almeno 12 ore di fermentazione, avrà aumentato il volume (a seconda delle temperatura di fermentazione e dell’attività del lievito madre) e vi saranno delle alveolature più o meno abbondanti all’interno.

A questo punto trattatelo come l’impasto del seitan e cuocetelo poi seguendo le ricette indicate nel blog, oppure semplicemente come se fosse carne, facendo scaloppine ai funghi, cotolette, spezzatino..

Io per Natale ne ho fatto un meraviglioso arrosto ripieno di tofu, cecìna e cicoria selvatica, l’ho bollito come si fa con il seitan, poi l’ho drogato con salvia e rosmarino e l’ho fatto rosolare in padella in acqua+olio+shoyu.. Il risultato è quello della foto in evidenza. Che ne dite?

Il mopur ha solo il 7% di grassi su 100 grammi di prodotto e ben il 28% di proteine, sempre più della carne, e per di più di origine vegetale 😉

/home/wpcom/public_html/wp-content/blogs.dir/023/70756389/files/2015/01/img_2734.jpg

Piadina sfogliata di canapa

Standard

Ricetta presa dal blog di “creando si impara” e rielaborata Vegan.
Uno street food e anche un po’ junk food per la varietà di ingredienti che fuoriescono mentre la addenti 😝
Ottima accompagnata da una birra o, se vogliamo essere vegani attenti alla salute, accompagnata da un kefir fermentato 2 giorni.

Ingredienti per due piadine giganti:

65 gr esubero licoli
175 gr farina 0
50 gr farina di canapa
1 cucchiaio olio evo
100 gr acqua
50 gr di burro di soia

Mescolate l’esubero con la farina e l’acqua.
Aggiungete il sale e l’olio fino ad ottenere un impasto liscio e non appiccicoso. Su un piano da lavoro dividete l’impasto formando delle palline del peso di circa 60 gr ciascuna e lasciate riposare una mezz’oretta.
Sciogliete delicatamente il burro a bagnomaria.
Se volete ottenere una lieve sfogliatura stendete la pallina d’impasto formando un disco più sottile possibile.
Spennellate col burro fuso, arrotolo formando un cilindro, avvolgete formando una chioccola e lasciate riposare 10 minuti.
Stendete la chioccola dello spessore di qualche millimetro e cuocete in padella calda qualche minuto per lato.
Se invece volete una sfogliatura più accentuata, stendete ogni panetto molto sottile, spennellate con il burro e sovrapponete con un altro disco di pasta. Procedete con tutte le palline formando una pila di 6 dischi di pasta tra i quali c’è il burro.
Stendere formando un’unica piada, alta mezzo cm. Cuocete in una padella anti aderente ben calda qualche minuto per lato.
Adesso potete farcire come più vi piace! Io ci ho messo veramente di tutto:

mayovegan (in abbondanza)
Straccetti di mopur
Falafel diviso a metà per larghezza
tamagoyaki di cecìna
Rucola, pomodorini datterini, cipolla di Tropea

Piatto unico, perfetto per guardare un film insieme ❤
E vedrete che non vi appesantirà.. 😉

IMG_2270.JPG