Ricruda di fave fresche

Standard

Primavera, finalmente un po’ di verde chiaro si affaccia e ci fa sentire di nuovo vivi e attivi. I miei avventori al bar mi hanno regalato una busta di fave fresche e tenere, che farci? In quanto leguminose ho pensato di provare a farci deIle ricottine raw. Ecco qui l’esperimento perfettamente riuscito! Freschissime e gustose!

Ingredienti:

200 gr di fave fresche

 2 litri e 150 di acqua pura naturale 

Un pizzico di Sale dell’Himalaya 

Coriandolo

Cumino

Olio evo

Sbucciate le fave privandole del tegumento esterno e frullarle con un frullatore a immersione o con lo strumento per fare il latte vegetale (io uso chufamix) in due volte, aggiungendo ogni volta 1 litro di acqua. L’okara residuo, dopo essere stato strizzato, sarà quello con cui faremo le ricrudine.

Mettete l’okara in un piccolo frullatore, aggiungere le spezie, un filo di olio evo, e frullate a più riprese, tirando giù dai lati del mixer l’okara che tende a salire, in modo da ottenere una crema morbida e vellutata. Inseritela in due contenitori per ricotta da 100 gr l’uno schiacciando bene, appoggiatela in un piatto e poi in frigo per qualche ora. Potete cospargerle di spezie e fiori a piacere o mangiarla così al naturale, oppure spalmata su Crackers di riso o crostini fatti con lievito madre. Io l’ho accompagnata con un’insalatina fresca di verdure di campo.

Con il latte ottenuto ho provato a cagliarlo con il nigari per produrne un formaggio, ma in realtà ho ottenuto una crema spalmabile. Evidentemente le proteine e i grassi presenti non sono sufficienti a farlo addensare come per quello di soia.

Annunci

“caprino” di anacardi al pepe verde

Standard

Più scrivo ricette e più mi accorgo di essere una buongustaia che ama mangiare! Pericoloso? No se si mangiano cose sane! Come questo caprino qui, senza latte, fatto solo con due ingredienti fondamentali: anacardi e pepe verde.

Ingredienti:

1 tazza di anacardi non salati fatti ammollare per 24 ore
1 pizzico di sale dell’Himalaya
Acqua q.b.
2 cucchiai di pepe verde in salamoia
Paprika dolce per decorare

Frullate gli anacardi scolati dall’acqua di ammollo (devono essere biologici, non quelli che si comprano al supermercato per fare gli aperitivi e che sono pieni di sale!) con un po’ di acqua, quanto basta ad ottenere una crema morbida, aggiungendo anche un pizzico di sale.
Trasferite il formaggio raw in una ciotolina e aggiungere il pepe verde scolato dalla salamoia. Amalgamate bene e il vostro “caprino” è pronto!

Servite su crostini di pane integrale precedentemente tostati, spolverizzando con un po’ di paprika dolce per equilibrare i colori. Per mantenere la ricetta glutenfree, ricordatevi di utilizzare pane senza glutine 😉
È un aperitivo stuzzichevole e sfizioso, anche se pizzica!