Biscotto della salute

Standard

Biscotti di avena vegan e gluten free (tipo gran cereale)

Questa è una ricetta del blog Creando tra i fornelli che io ho modificato rendendola vegetale e glutenfree.

Poco dolci, senza glutine, energetici grazie all’avena, croccanti e friabili come un biscotto ai cereali che si rispetti!

Ingredienti:

220 gr fiocchi di avena mignon al naturale

80 gr farina di mais

50 gr farina di riso

50 gr amido di mais

120 gr di malto

80 gr di olio di semi di girasole

100 gr di mirtilli rossi essiccati

Latte vegetale q.b.

1 cucchiaino di cremor tartaro (lievito per dolci)

la punta di un cucchiaino di vaniglia pura

Scaglie di mandorle e pepe rosa macinato

Impastare tutto insieme e poiché vi verrà un ammasso un po’ appiccicoso, formare le delle polpettine che poi schiaccerete su un foglio di carta da forno. Se avrete optato per fiocchi di avena grandi, ricordatevi di metterne metà dose e se l’impasto fosse asciutto, aggiungete un po’ di latte vegetale, ma poco, altrimenti il biscotto non vi verrà croccante.

Decorare con mandorle a scaglie e pepe rosa (se piace) e infornare a 175 gradi per 10-15 minuti, finché non diventano belli dorati.

Ottimi per la colazione e se omettete i frutti, sono adatti per creare un biscotto da essere sbriciolato per la base di molte torte al cucchiaio, tipo il mio scheese cake.😃

13/03/2016 aggiornamento:

Ho provato a suddividere là quantità dei cereali in: fiocchi di avena, grano saraceno soffiato e miglio soffiato ed ho aggiunto 40 gr di farina di miglio. Ho poi suddiviso l’impasto in due parti, in una ho messo nocciole e cioccolato fondente spezzettato, l’altra coi mirtilli come sopra.

Ho ottenuto così una bella e vara scorta settimanale! 😉

01/03/2017 aggiornamento n.2

Ho aggiunto all’impasto 4/5 datteri togliendo il malto, ho aggiunto 1 cucchiaino di spirulina, 1 di maca, 1 di proteine della zucca, 1 di semi di canapa e ho dimezzato la dose di olio. Ho ottenuto così dei super biscotti energetici da studio che mi stanno dando tutta l’energia che necessito in questo momento pre-concorso! 💚💪🏽

P.S. Sembrano i biscotti di Hulk, li ho ribattezzati così, sono perfetti anche per i vostri bambini❤

Annunci

Simil panadas al tofu, verdure e béchamel 

Standard

Girando per il web si incontrano tante belle ricette e questa tipica sarda è una delle tante che mi ha ispirato.

Le panadas sono delle tortine salate che fanno parte della tradizione sarda e sono in genere ripiene di carne, noi ovviamente le veganizziamo riempiendole di verdure. Il mio è solo uno spunto, poi sbizzarritevi voi!

Ingredienti per 6 tortine:

Per la sfoglia:

300 gr di farina (150 di semola rimacinata di grano duro e 150 integrale o del tipo che preferite)

105 ml di olio evo

1 pizzico di sale dell’Himalaya 

Acqua calda q.b. 

Per il ripieno:

100 gr di tofu

Acqua

olio evo

2 patate piccole

Cavolfiore romano

Timo

Semi vari (zucca, girasole, papavero..)

200 ml Latte di avena 

1 cucchiaio di amido di mais

Noce moscata

Mescolate innanzitutto farina e olio  e il pizzico di sale e poi aggiungete lentamente acqua, continuando a impastare fino ad ottenere un panetto morbido e non appiccicoso che metterete a riposare al fresco, o in frigor, avvolto nella pellicola.
Nel frattempo lavate il cavolfiore, tagliatelo secondo le cimette che ha e cuocetelo al vapore. In una padella mettete acqua e olio e aggiungete le patate tagliate a pezzettini con un pizzico generoso di timo, niente sale, non servirà. Quando la patata sarà intenerita, aggiungete le cimette e fate insaporire il tutto. Devono rimanere al dente. Io ho usato le patate rosse bio di Cetìca recentemente acquistate in Toscana.

Preparare la salsa béchamel con latte di avena, olio evo e 1 cucchiai di amido di mais. La ricetta dettagliata la trovate qui. Quando sarà addensata, togliete dal fuoco e fatevi una bella grattugiata di noce moscata. Lasciate intiepidire.

Preparate il tofu saltandolo in padella con olio evo, acqua e shoyu, la ricetta qui.

Ungete con olio evo dei pirottini di alluminio e spolverateli con della farina di mais o di grano duro.

Prendete la vostra sfoglia e tiratela sull’asse, non vi servirà farina, non attaccherà al ripiano, dello spessore di 3-5 mm, io personalmente la preferisco sottile. Tagliate dei tondi di pasta più grandi del vostro pirottino e inseriteli all’interno, foderandolo. Disponete dei pezzettini di tofu sul fondo, una cimetta di cavolo e le patate. Riempite i vuoti con la besciamella. 

A questo punto potete spolverate la superficie con semi di vostro gradimento oppure coprirla con un disco di pasta. La prossima volta mi cimenterò nella chiusura tipica delle panadas, fatta a cordoncino che è veramente carina ☺️

Infornate a 170 gradi per 30 min o comunque finché la superficie non è color terra di Siena.

Servite calde e buon appetito! La panada si può fare anche grande e può essere un ottimo piatto pasquale 😉

P.S. Un grazie a Giuli e Ale per l’ispirazione 😍

Polpettine d’avena

Standard

Finalmente è arrivata l’estate! E mentre andiamo in giro per sagre e rievocazioni medievali, una ricetta che sarà apprezzatissima dai golosi di polpette, ma attenzione alla reazione dei vegani! Quando le metterete a tavola, e le assaggeranno, penseranno tutti che sono di carne! 😉

Ingredienti per circa 20 polpettine

100 gr di fiocchi di avena
Cipolla
Shoyu
Acqua
Olio evo
Farina di mais fioretto o altra farina q.b.

Affettate sottilmente mezza cipolla e mettetela ad appassire in un tegame con acqua, olio e salsa di soia, versate in parti uguali. Quando la cipolla è cotta e insaporita, versare il contenuto del tegame in una scodella, in cui si avrete messo circa 100 gr di fiocchi di avena, e attendere che i fiocchi rigonfino. Se il liquido di cottura era poco, aggiungete un po’ di acqua tiepida mista a salsa di soia.
Impastate con le mani amalgamando il tutto; se appiccicoso aggiungete un po’ di farina di mais (quella fioretto, macinata sottile è perfetta) o altra farina di vostro gradimento (di ceci, integrale.. ) fino ad ottenere un impasto elastico ma non appiccicoso. Create delle polpettine compatte e friggete in abbondante e bollente olio di semi di girasole. Una volta tolte dall’olio mettetele a scolare su carta assorbente.
Servitele con una bella insalata verde e fresca, condita con succo di limone e alghe essiccate.
Prima di mangiarle tuffatele in un ciotolino in cui avrete mescolato acqua, un goccio di salsa di soia e zenzero fresco grattugiato: servirà a rendere il fritto digeribilissimo.
Buone eh? 🙂20140731-204425-74665301.jpg

20140731-204435-74675681.jpg