Budini di riso

Standard

Stamani sono stata ispirata da una ricetta di Creando si impara, e su invito di una ragazza del gruppo ho provato a veganizzarla.
Ecco il risultato:
Dose per circa 30 tortine
Ingredienti:

300 gr di riso carnaroli (io ho usato quello buonissimo senza pesticidi, nè acaricidi della Piana di Sibari)
1 Lit latte di soia (o di mandorle)
1 pizzico di sale dell’Himalaya
La buccia di un limone bio grattugiata
2 cucchiai di farina di riso
150 gr di zucchero di canna
La punta di un cucchiaino di vaniglia raw
1 cucchiaino di curcuma per dare colore
80 gr di uvetta secca bio o meglio ancora di mirtilli rossi secchi
100 gr di panna di cocco (si può anche omettere)
Scaglie di mandorle e granella di pistacchi per guarnire.

Lavate bene il riso, scolatelo e mettetelo a cuocere sul fornello piccolo, al minimo, con il latte di soia, la buccia di limone grattugiata, e un pizzico di sale. Girate spesso perché tenderà ad attaccarsi.
A 2/3 della cottura aggiungete i due cucchiai di farina di riso a pioggia, la curcuma, lo zucchero e la vaniglia raw e girate bene. Sarà cotto quando tutto il latte di soia si sarà assorbito.

Lasciate intiepidire e nel frattempo montate la panna di cocco che preleverete delicatamente dal vostro barattolino dopo averlo tenuto una notte in frigor.

Aggiungete all’impasto l’uvetta precedentemente ammollata e la panna di cocco montata. Quest’ultima serve a conferire la parte grassa al nostro budino, se lo vogliamo più light possiamo anche ometterla.

Versate l’impasto negli stampini o in uno stampo unico. Spolverate con granella di pistacchio e scaglie di mandorle. Cuocete a 170 gradi per circa 25 min se sono le tortine, 35 min se è uno stampo più grande; la superficie dovrà essere dorata.

Questo tipo di riso, consigliatomi dal mio caro Alberto, tiene benissimo la cottura assorbendo perfettamente i liquidi: il risultato è un chicco cotto, ben definito e di conseguenza un budino non colloso! Una meraviglia delicata e nutriente.

Servite tiepido o freddo, cosparso di zucchero di canna passato nel trita spezie e reso impalpabile.

Grazie Nadia! ❤️

IMG_0567

IMG_0570

Annunci

4 pensieri su “Budini di riso

  1. Facile Randagia

    Che belli! Pensavo al budino di riso proprio l’altro giorno… uno di quei dolci che mi ricordano l’infanzia! per il candore, la morbidezza, il dolce profumo.
    Grazie Kore, credo che proverò presto la tua ricetta, magari sostituendo l’aroma della curcuma con scorza di limone e stecca di vaniglia (come di tradizione in casa di mia mamma).
    Un bacio e continua così: dolce e solare come solo tu sai essere 😉

    Mi piace

    • Mi son scordata di scriverlo negli ingredienti la scorza di limone grattugiata! Rimedio subito!
      Grazie cara Gaia, il nome era tortine di riso, l’ho cambiato in budino proprio pensando a Firenze, alla mia delusione di quando da piccola, a un compleanno, mi diedero questo dolce di riso con intorno la frolla!..😳 “budino?!Perché lo chiamano così?”
      Comunque il mio è fatto solo con il riso, niente frolla! 😃

      Mi piace

  2. Sembrano assai buoni e sicuramente lascerò via la panna di cocco (odio con tutte le mie forze il cocco 😜), ma se serve una parte grassa potrei sostituire con un po’ di burro di cacao. Ci penso e ti saprò dire

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...